Poetando: Mai evanescente e Quando ti perdi in lei (di C.D'Aleo)


Mai evanescente

 

Quella volta in rima al mare

lo ricordo

ti sei lasciata baciare

 

Le onde

giocavano a spettinarti

il sogno era sempre quello

amarti

 

Il tuo corpo

inumidiva i momenti

delicati

bramosi

mai irriverenti

 

Ricordo con gioia

il tuo sguardo

desiderio

certo

anche traguardo

 

Nessun peccato

nulla da evitare

lontani da tutto

ci si lasciava andare

 

CD


Quando ti perdi in lei

 

Senti il silenzio scivolarti

addosso

 

i ricordi urlare

nei pochi spazi

vuoti

 

cerchi la sua voce

 

chiedi

alla luna

alle stelle

alle tenebre

 

a quell’ acque scure

e mai chete

che all’imbrunire

s’incrociano e si scontrano

quasi a volerti nascondere

a lei

 

T’accorgi che è un continuo

vagare

tra germogli incompiuti

sapori passati

e sorrisi inespressi

stretti

in pugni chiusi

 

CD


Commenti

  1. Certi ricordi fanno così, urlano.
    Magari vorresti che ti lasciassero in pace e invece eccoli lì, a tormentarti.
    Ci sono ricordi silenziosi e altri che fanno un gran rumore.
    Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero...ma possiamo abbassare il volume di questi ricordi chiassosi :)

      Elimina
  2. Due ottime poesie. *Quando ti perdi in lei* mi sembra più corposa.
    Ciao Claudio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, anche se la prima la sento scorrere bene, con sottofondo una musica molto malinconica.

      Elimina

Posta un commento

Non ti sentire in dovere di commentare: ti ringrazio per essere qui a leggere, per spendere il tuo tempo qui, in questo piccolissimo spazio del web