Poetando (di C.D'Aleo): Nel tuo cammino e Il fruscio


Nel tuo cammino

Nel tuo cammino

il mio

 

abbandonato sulle note

stonate

d’un percorso

impervio

 

tra le fitte d’un

prosieguo insicuro

 

blocchi di ghiaccio

che non si sciolgono

 

e frasi che s’attendono

invano

 

Lassù sul dirupo

come un soffio

di vento

 

poggiato sui sassi

in attesa

che piova

 

CD

Il fruscio       

 

Senti un fruscio acre

carezzarti la pelle

 

Di là il mare

che si spande sui sogni

rimasti

 

Sovrasta quelli

a riva

 

li disperde al vento

 

spinge all’orizzonte

quelli macinati dalle maree

e ritorna

 

In quello scenario

d’autunno passeggi

scansando le alghe

e la schiuma

 

sul bagnasciuga d’una vita

sperduta

che non riconosci

essere tua

 

CD

 

 

Commenti

  1. Blocchi di ghiaccio e fruscii acri. Un destino amaro e speranze fragili descritte con particolare sensibilità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di solito il cammino evoca un percorso a due...lo è ma è un affannoso inseguirsi?

      Elimina
  2. Dev'esser brutto pensare alla propria vita come a qualcosa che non ci appartiene, che stentiamo a riconoscere. E forse son pensieri che arrivano in momenti di scoramento, quelli che poi sono destinati a passare, ma che in quegli attimi pesano e pesano. La natura è uno scenario perfetto per questi pensieri, ma anche per altri più gioiosi per fortuna.
    Un abbraccio Claudio e sempre grazie per questa bella stanzetta di poesia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, sono pensieri in momenti di difficoltà e di scoramento...il sentirsi fuori dal mondo, oppure, usando una metafora, sentirsi come un'auto che ha una sola marcia e non cinque.

      Elimina
  3. A volte è giusto lasciare spazio alla tristezza.
    Le tue splendide poesie sono anche momenti della nostra vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido ogni parola.
      La tristezza in fondo fa parte della nostra vita ed è giusto esorcizzarla anche dandole sfogo.
      E' in quel momento che l'abbraccio delle persone care aiuta.

      Elimina
  4. marilena.lore57@gmail.com
    L’Autore stavolta sembra soffermarsi su un aspetto della vita umana : la tristezza. Nessuno vorrebbe esperire momenti di sconforto, intanto nessun essere è esente , anzi è proprio da quei momenti che nasce in noi una forza sconosciuta e misteriosa capace di fronteggiare momenti bui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marilena,
      eh sì, la tristezza purtroppo fa parte della nostra vita.
      E in quei momenti dobbiamo trovare noi, dentro di noi, la forza per vincerla.
      Gli altri possono aiutarci, rimanendoci vicini.

      Elimina

Posta un commento

Non ti sentire in dovere di commentare: ti ringrazio per essere qui a leggere, per spendere il tuo tempo qui, in questo piccolissimo spazio del web