Poetando: Il passo della Musa e Riaverti (di Claudio D'Aleo)


Il passo della Musa

 

Ti volti piano

 

Con passo cadenzato

percorri le strette vie

dell’anima

 

La brina ti scivola

addosso lambita

dai raggi del sole

 

Ascolti il richiamo

del giorno

e prosegui

 

Musa che volteggi

tra foglie

che sbattono piano

sulle dune del cuore

 

Ti vesti di musica

 

Sfiorata dai veli

dipingi danzando

il tormento dei sensi

 

CD

 

Riaverti

 

Riaverti

Parlarti

Baciarti

 

Come neve al sole

Il passato si scioglie

 

Cede il passo

a un cammino diverso

 

Conoscersi adesso

 

Nell’azzurro del cielo

voli di rondini spargono

colori mai visti

 

Un brivido accarezza

la pelle

 

Respiri si mischiano

ai riflessi del mare

desiderando la notte

 

CD


Commenti

  1. La seconda, più "neutra", mi piace di più. Racconta anche qualcosa di tangibile, una giornata, un momento vivido.

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Anche io preferisco la seconda, e non perché la prima non mi sia piaciuta.
    Solo che la seconda riesco ad "afferrarla" meglio.
    Grazie Claudio.

    RispondiElimina
  3. Moz, Dama, grazie a entrambi.
    Mi iscrivo anche io al "partito" per la seconda poesia.
    Che poi è una delle più esplicative della poetica dell'amico Claudio.

    RispondiElimina
  4. Il passo della Musa per la sua sensualità.


    ....Sfiorata dai veli

    dipingi danzando

    il tormento dei sensi.

    RispondiElimina
  5. Grazie anche a te, Gus. Io mi ritrovo più nella seconda poesia. Soprattutto l'immagine della neve che si scioglie al sole. E' in tema con ciò che ho visto dalla finestra in questi giorni :)

    RispondiElimina
  6. Ciao Claudio, belle al solito le tue poesie, ma la prima mi racconta molto.
    'Dipingi danzando il tormento dei sensi' non si può equivocare.

    Un grande saluto a Riky!

    RispondiElimina
  7. Grazie Lory! Ho ancora da rispondere a un tuo vecchio commento :).
    Claudio, finché vorrà, avrà sempre spazio con le sue poesie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che voglio caro Riky! Mi sento molto legato a voi tutti amici carissimi e preziosi e per convincermi a rinunciare al blog divrai mandarmi via a calci nel sedere mitico, caro Riky!

      Elimina
  8. Riky caro, non mi devi niente, nessuna parola che non puoi/vuoi dire, non ce n'è bisogno. Mi rivolgo sempre con partecipazione se la persona che scrive mi ha fatto compagnia, mi ha ospitato con gentilezza, ha accolto magari pareri diversi ma sempre con mente aperta e "senza prendersi troppo sul serio", come ami dire tu.
    Immediate sono le mie esternazioni, poi a freddo penso che avrai meditato a lungo e forse non dovevo insistere. Sono così nella vita, reagisco, ho vissuto qualche tuo alto e basso solo perché l'hai esternato, ma credevo fosse qualcosa del passato, oggi superato. Forse le problematiche attuali sono differenti, forse hai avvertito ostilità, e ti sei ritirato in te stesso. Scelte. Ma poteva succedere altrove: un vicino di casa, persone in altri ambienti che spettegolano, e allora che si fa in questi casi? Si ignora. Si impara a difendersi con strategia, perché purtroppo non viviamo in Paradiso, il Paradiso in terra possiamo crearlo soltanto noi, impresa ardua direi. Mi dispiace soltanto che una persona debba rinunciare, deve quasi nascondersi per non essere ferita o attaccata. Che tu debba cambiare, modificarti, quando a cambiare dovrebbero essere altri. Spero di essere stata chiara, scrivere è per tutti una compagnia, uno scambio, continua a farlo se ciò reca gioia a te stesso.
    Ciao Riky 👋

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un bel commento Lory, te ne sono grato. Però ti assicuro che il mio ritirarmi, in senso assoluto, non è affatto un ritirarmi. E non mi riferisco alle pubblicazioni qui o sul bazar del calcio. Mi riferisco in generale alla mia vita.

      Elimina
  9. Marilena.lore57@gmail.com
    Mi piace la seconda soprattutto la positività che viene fuori dai versi: “ il passato si scioglie, cede il passo a un cammino diverso” Bellissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marilena :).
      Un pizzico di positività c'è sempre, ma c'è sempre anche tanta malinconia.
      Versi che esprimono benissimo lo stato d'animo di chi scrive, l'amico Claudio.

      Elimina
  10. Mi piacciono entrambe queste poesie. Molto belle tutte e due. In particolare della prima mi piace
    Con passo cadenzato
    percorri le strette vie
    dell’anima

    La brina ti scivola
    addosso lambita
    dai raggi del sole

    Belle immagini. Un saluto e buona nuova settimana in arrivo

    RispondiElimina

Posta un commento

Non ti sentire in dovere di commentare: ti ringrazio per essere qui a leggere, per spendere il tuo tempo qui, in questo piccolissimo spazio del web