Poetando di Claudio D'Aleo: "Flutti" e "Tu sei"


Flutti

 

Quando il mare

urta gli scogli

Il pensiero va

a lei

a quei rigogli

 

Sulla riva la schiuma

si distende

diventa un sogno

che risplende

 

Corre la brina

a disturbar le nubi

il sole si nasconde

disegna cubi

 

CD


Tu sei

 

Non c’è sole che non

ti baci

 

Non c’è mare che non

ti abbracci

 

Non c’è sabbia che non

si cosparga di te

al tramonto

sul bagnasciuga

dei sensi

 

Sei ciò che il tepore

dell’Alba

vuole tu sia

 

Sei il soffio del vento

quando plana

sull’onda

 

Sei sfida e desiderio

 

Rimorso e peccato

 

Neve e rugiada

sparse sui sogni

 

Sei il sorriso che mi colora

la vita

 

Sei ciò che ho voluto

 

e voglio tuttora

 

CD

 


Commenti

  1. Pur essendo un'amante del mare, questa volta ho apprezzato soprattutto Tu Sei. Molto bella ed intensa, appassionata. Ciao Claudio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie "Dama bianca". Un abbraccio.

      Elimina
    2. Beh, dire che mi dispiace non leggere più i bei commenti di Gus, Lory,
      Irene e di tutti gli altri amici che mi hanno fatto gentilmente compagnia fino ad adesso, sarebbe dire poco, sarebbe come sfondare una porta aperta. Ciao ragazzi, un abbraccio, mi mancate!

      Elimina
  2. Amico mio, grazie per le belle poesie :)
    Il mare si addice benissimo alla tua poetica, ma come detto da Sara, preferisco anche io "Tu sei". Molto suggestiva l'immagine del soffio del vento che plana (dolcemente) sull'onda.

    RispondiElimina

Posta un commento

Non ti sentire in dovere di commentare: ti ringrazio per essere qui a leggere, per spendere il tuo tempo qui, in questo piccolissimo spazio del web