Inverno (di Bonigol)


Me ne sto a letto

perché il mondo mi spaventa.

Sono un uomo a rovescio sotto le coperte,

sono un feto,

vuoto, puro,

appeso al cuscino come al cordone ombelicale.

Le mie gambe son viticci intrecciati.

Tento di recuperare il sogno

perché i sognatori non conoscono sconfitta

fino al risveglio.

Il gatto mi punta i suoi verdi lampioni

e crede che il cuscino sia roba sua,

ma niente è di nessuno su questo materasso,

zona franca e punto di raccolta

che se mi volto appena

e ti vedo al mio fianco

potrei quasi farmi convincere che esista un dio.

La pioggia bussa alle finestre, sulle imposte, sui muri,

dappertutto.

Rimbocco le coperte e danzo tra le lenzuola

con tutto il corpo,

dalle sopracciglia alle dita dei piedi.

Anche l'orologio non sta fermo.

Lo aspetterò qui.

Commenti

  1. Apprezzo l'originalità della tua poesia.
    Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giro volentieri i complimenti all'amico Enrico, anche se poi credo che lascerà pure lui un commento. Grazie Gus!

      Elimina
  2. Mi è piaciuta molto, apprezzo il genere di poesia moderna più di quella "datata", con frasi ad effetto, finti versi aulici che al giorno d'oggi mi stridono sempre un po'.
    Perché non ce ne regali altre? io apprezzerei. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa molto piacere che ti sia piaciuta :). Ne ho diverse dell'amico Enrico. Stile diverso da Claudio (ma sono anche due persone diverse d'età e anche con caratteri diversi, entrambe magnifiche), ma molto piacevoli. Tti dirò: ne ho lette un paio che mi hanno proprio commosso.

      Elimina
  3. Una poesia che evoca con immagini che ci tornano consuete, scava nel quotidiano, nei riflessi comuni, nelle sensazioni che constatiamo ad ogni istante: freddo, stanchezza, noia, timore.. e basta un nulla a dipingere un quadretto teso ma speranzoso. Un'attesa mai vana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i sognatori non conoscono sconfitta

      fino al risveglio.

      Adoro questo verso <3

      Elimina
  4. Uno stile melodico e corposo dove i sogni cavalcano le onde dei ricordi e planano nell'animo dei lettori incuriosendoli e coinvolgendoli. Versi accattivanti che sgorgano in progetti di vita illuminando ogni scena. Poesia bella e ricca di passaggi emotivi. Complimenti vivissimi e ad maiora! Claudio D'Aleo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Claudio. Mi fa piacere tu abbia apprezzato i versi del nostro Bonigol. Siamo una grande squadra!

      Elimina

Posta un commento

Non ti sentire in dovere di commentare: ti ringrazio per essere qui a leggere, per spendere il tuo tempo qui, in questo piccolissimo spazio del web